Il metodo N.E.C. - Nutrizione Enterale Chetogena, terapia dimagrante

Per prenotazioni:+39 331 15 46 444

Il metodo NEC

La NEC (Nutrizione Enterale Chetogena) è una terapia dimagrante basata sulla somministrazione continua, 24 ore su 24, di una soluzione proteica tramite sondino naso-gastrico, che assicura un calo del 7-10% del peso corporeo iniziale, anche in quei soggetti che non sono mai riusciti a perdere peso con altri metodi dimagranti.

L'infusione di sole proteine genera uno stato di chetosi che induce l'organismo a bruciare la sola massa grassa eliminando totalmente il senso di fame. I cicli del trattamento sono di 10 giorni, con una sospensione di minimo 15 giorni tra un ciclo e l'altro. Questo metodo di dimagrimento permette di ottenere un dimagrimento rapido e in totale sicurezza. Normalmente le proteine del corpo sono soggette ad un processo di demolizione e sintesi continua e quindi quotidianamente una parte di proteine deve essere assimilata con la dieta, per rimpiazzare quelle che sono andate perse. Questa frazione, chiamata quota proteica di logorio, per un uomo medio è pari a circa 30-40 grammi, ma può variare anche in funzione della massa magra di un soggetto. Con la NEC quindi viene introdotta una miscela di proteine superiore alla quota di logorio ma inferiore a 1 grammo/kg di peso corporeo (che è quella raccomandata dai dietologi), pertanto il fabbisogno proteico del corpo viene rispettato.

Quando si inizia la cura, il corpo come prima cosa brucia gli zuccheri immagazzinati e quando sono finiti entra in un particolare stato metabolico chiamato chetosi, dove le molecole di grasso si trasformano in corpi chetonici, che vengono utilizzati al posto del glucosio. Visto che il cervello umano necessita di zuccheri per poter funzionare, in condizioni di assenza di glucosio il corpo è costretto a ricorrere ai corpi chetonici visto che sono sostanze con caratteristiche molto simili a quelle degli zuccheri. In questo modo il corpo riesce a fornire l'energia per il cervello, per i muscoli, il cuore e gli organi interni, tutta derivata dagli acidi grassi di deposito. In caso di digiuno prolungato, il glucosio viene prodotto anche dalla trasformazione delle proteine corporee mediante la gluconeogenesi: questo spiega il motivo per cui chi digiuna, dopo un po' di tempo perderà quasi tutta la massa muscolare che possiede! Dato che non esistono serbatoi di proteine nel nostro corpo, se il glucosio raggiunge livelli troppo bassi, le proteine dei muscoli vengono distrutte e convertite in glucosio, causando quindi una diminuzione della massa muscolare ed un conseguente rallentamento del metabolismo basale, che ostacola ulteriormente il dimagrimento. Immettendo quindi le proteine nel proprio corpo in maniera costante, la gluconeogenesi può sfruttare una quota delle proteine introdotte e la massa muscolare viene mantenuta, visto che la quantità di proteine usata per la NEC è superiore alla quota di logorio.

Condividi su:

Iscrizione Newsletter